5
blog villa santa apollonia

Ogni intervento chirurgico ha una percentuale di rischio. L’obiettivo prioritario delle case di cura e delle strutture ospedaliere è ridurre al minimo questo fattore.

Interventi che richiedono la sedazione cosciente o l’anestesia generale, per questioni di sicurezza, vanno eseguiti con la presenza di un anestesista rianimatore ed in sale operatorie appositamente attrezzate con apparecchiature idonee a qualsiasi eventuale complicazione che si possa presentare.

Vari indici di sicurezza nella gestione dei rischi, distinguono nettamente una sala adibita alla chirurgia o ambulatorio chirurgico da un vero blocco operatorio, composto da più locali: servizi e locali per attrezzature di pulizia e sterilizzazione, sale di lavaggio per la sterilità degli operatori, stanza di sterilizzazione e locale di rifornimento degli elettromedicali, preanestesia e sale operatorie vere e proprie.

Le attrezzature di sala operatoria sono soggette a verifiche periodiche da parte di tecnici specializzati che ne garantiscano la perfetta funzionalità.

Le verifiche elettriche avvengono mensilmente, semestralmente, ogni due o tre anni a seconda delle specifiche normative, al fine di garantire la massima sicurezza.

Un gruppo di continuità e un generatore autonomo garantiscono energia in caso si mancanza di corrente o semplici sbalzi di potenza. Il generatore può continuare ad alimentare la sala operatoria anche per diversi giorni.

Filtri assoluti, a tasca e a cella garantiscono l’immissione dell’aria, non tramite finestre, ma attraverso più sistemi di filtraggio, evitando in tal modo contaminazioni.

Defibrillatori per la rianimazione, servoventilatori e apparecchiature elettroniche altamente sofisticate garantiscono sensibilmente la riduzione dei rischi in caso di emergenza.

L’impianto automatico di gas medicali (ossigeno, protossido, aria medicale) situato, come prevede la normativa, in un locale esterno al gruppo operatorio è strutturato per garantire la massima sicurezza: l’erogazione dei gas subentra in modo automatico nel caso avvenga un blocco ad un dispositivo di apertura o qualsiasi altra complicazione. Un sistema di allarme ne controlla la regolarità del funzionamento.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *